C.N.R. Consiglio Nazionale delle Ricerche

RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA

Anno di costituzione  

1923

     Numero addetti

8.000

Sede legale

Piazzale Aldo Moro n. 7, 00185 Roma

Sedi operative e commerciali

CNR - SPIN   Corso Perrone n. 24, 1652 Genova
www.spin.cnr.it  Tel. +39 010 6598750 – Fax  +39 010 6506302

CNR - IBF  Via De Marini n. 6, 16149  Genova
www.ibf.cnr.it  Tel +39 010 6475577 – Fax +39 010 6475500

CNR - IMEM  Via Dodecaneso 33 - 16146 Genova
www.imem.cnr.it   Tel. +39 010 3536246 – Fax  +39 010 3622790

CNR - IENI  Via De Marini n. 6, 16149  Genova
www.ieni.cnr.it  Tel. +39 010 6475716 – Fax  +39 010 6475700

CNR - ISSIA  Via De Marini n. 6, 16149  Genova
www.issia.cnr.it  Tel. +39 010 6475656 – Fax +39 010 6475600

CNR - IMATI  Via De Marini n. 6, 16149  Genova
www.imati.cnr.it   Tel +39 010 6475671 – Fax +39  010 6475660

CNR - IEIIT  Via De Marini n. 6, 16149  Genova
www.ieiit.cnr.it  Tel. +39 010 6475228 – Fax +39 010 6475200

Sito web e contatti

www.cnr.it

SPIN
L’Istituto Superconduttori, Materiali Innovativi e Dispositivi svolge ricerca avanzata nel campo dei materiali superconduttori e altri materiali innovativi per dispositivi elettronici e per l’energetica. Sviluppa studi di base sperimentali e teorici di alto livello in questi settori, con una particolare attenzione alla sintesi di nuovi materiali, anche artificiali e alla caratterizzazione avanzata dei materiali stessi con controllo su scala atomica. Si occupa inoltre di sviluppare micro e nano dispositivi elettronici superconduttori per la computazione quantistica e altre applicazioni e dispositivi innovativi basati su ossidi e su materiali organici e nano strutturati. Svolge anche una rilevante attività di realizzazione di cavi e nastri superconduttori per applicazioni di potenza anche nel campo del biomedicale e della fisica delle alte energie.

IBF
L’Istituto di Biofisica svolge ricerca sulla struttura e sui meccanismi funzionali dei sistemi biologici nei settori della biologia molecolare, della bioenergetica, della fisica, della biochimica, della genetica, della fisiologia e della bioinformatica. Le ricerche coprono argomenti complementari (proteine, acidi nucleici, strutture sopramolecolari, cellule nervose, piante superiori , microrganismi, cellule in coltura) e sono effettuate con metodologie e strumentazioni innovative, seguendo un approccio integrato e multidisciplinare che supera la lettura puramente descrittiva dei processi biologici. IBF realizza prodotti applicativi (bio-dispositivi, bio-sensori) e sviluppa processi innovativi per i test di biocompatibilità, lo screening dei farmaci, l’acquisizione dei segnali biomedici, il monitoraggio di impatto biologico ambientale.

IMEM
l’Istituto dei Materiali per l’Elettronica e il Magnetismo è attivo nel campo della generazione di energia da combustibile fossile ad alta efficienza e ad emissioni ultra-contenute di gas serra ed inquinanti. Le attività dell’Istituto hanno carattere interdisciplinare e coniugano raffinati metodi di crescita, sintesi e studio di materiali con la modellazione teorica e la costruzione di prototipi di dispositivi. IMEM possiede competenze altamente qualificate in tema di progettazione di nano strutture semiconduttrici per il fotovoltaico di nuova generazione, di sistemi e dispositivi magnetici e superconduttori, di tecnologie per la refrigerazione magnetica a temperatura ambiente, e di sensori per automobili elettriche ad alta efficienza.

IENI
L’Istituto per l’Energetica e le Interfasi è caratterizzato da una elevata interdisciplinarietà orientata alla scienza e tecnologia dei materiali. In particolare si sviluppano materiali ceramici funzionali nano strutturati per la produzione o recupero di energia o in dispositivi elettronici; metalli e leghe fusi a contatto con altri materiali metallici e ceramici. L’Istituto ha una storica vocazione elettrochimica e sviluppa materiali ceramici e polimerici in bulk o film sottile per vari dispositivi, materiali termoelettrici, materiali innovativi per batterie supercapacitori e nanofluidi per migliorare gli scambi termici. È inoltre attivo nel settore della metallurgia avanzata, nello studio di leghe a memoria di forma, materiali termoelettrici, schiume metalliche e compositi per applicazioni nell’energia e nei trasporti. Ulteriori settori di ricerca sono quelli collegati allo studio del comportamento meccanico e micro strutturale di materiali per altissime prestazioni, della tecnologia e fluidodinamica della combustione in propulsori o bruciatori industriali e diagnostiche basate su spettroscopie laser, utili anche per valutare l’impatto ambientale di fumi e polveri.

ISSIA
L’Istituto di Studi sui Sistemi Intelligenti per l’Automazione indirizza la propria attività verso lo sviluppo di sistemi intelligenti per migliorare qualità della vita, competitività e modalità di produzione delle imprese, monitoraggio ambientale, fruibilità dei beni culturali, efficienza delle amministrazioni pubbliche. Lo studio e lo sviluppo di sistemi intelligenti complessi coinvolge diverse discipline: informatica (elaborazione dell’informazione); fisica (ottica e interazione luce-materia); cibernetica (modelli computazionali neurali); ingegneria elettrica ed elettronica (sensori, attuatori e controllo) e meccanica; intelligenza artificiale.

IMATI
L’Istituto di Matematica Applicata e Tecnologie Informatiche svolge attività di ricerca in numerosi settori della matematica, dell’informatica  e delle loro applicazioni nei campi della modellazione differenziale per l’ingegneria, delle scienze della vita, della statistica matematica, della modellazione geometrica e grafica computazionale, delle tecnologie per l’informazione , delle architetture di elaborazione e calcolo ad alte prestazioni.

IEIIT
L’Istituto di Elettronica e di Ingegneria dell’Informazione e delle Telecomunicazioni possiede competenze avanzate nel settore dell’ingegneria dell’informazione e, quindi, nelle discipline dell’informatica, dell’elaborazione dei segnali, delle telecomunicazioni, della sistemistica, dei controlli automatici, dell’elettromagnetismo applicati, dell’elettronica e della fotonica. I risultai delle ricerche condotte all’interno di IEIIT rientrano nel processo di innovazione del sistema produttivo, grazie alla realizzazione di prodotti soft (algoritmi, modelli di simulazione, metodiche progettali e tecniche di sintesi) e prodotti hard (nuove architetture di dispositivi, sensori e sottosistemi) utili per applicazioni nel settore industriale delle telecomunicazioni e delle osservazioni scientifiche terrestri e spaziali.

Fotogallery